A

pesca

del grande

sogno

La cattura del marlin blu presuppone una sfida di grandi dimensioni:
la ricerca, l’attesa, la fortuna … e di colpo, lo si trova! La canna
si piega, il filo si tende. È il marlin blu. Inizia la lotta,
un duello di potere tra due forze. L’uomo contro il mare, l’unico
elemento della natura che l’essere umano non è ancora riuscito a sottomettere.
La grande sfida. Una scarica di adrenalina e sensazioni che solo chi è riuscito
a realizzare questo suo sogno può spiegare.
/NEAL
dice:
“La PESCA
comporta molta attesa,
pazienza
y de repente
d’un colpo
tutto cambia,
tutto ha un senso:
è il Marlin"
/
Un oceano di
specie
Grazie alla temperatura del mare e alle miti correnti generate dagli alisei, le acque delle Isole Canarie custodiscono una ricca vita marina, piena di specie sia stanziali sia migratorie.
Durante tutto l'anno abitano il mare
delle Canarie: squali azzurri, barracuda,
makò cornuti, wahoo, tonnetti striati,
pesce spada... varietà cui bisogna
aggiungere la presenza di altri nomadi, come l'ambito marlin blu, grande obiettivo di ogni pescatore
d’altura, il tonno rosso
o il marlin bianco. .
/
Una festa per il
pesce appuntito
La presenza del marlin blu è più favorevole nei mesi da maggio a settembre, quando il pesce appuntito va verso le isole Canarie attirato da un fondale caldo e pieno di cibo: tonno, calamari, orate...
/
Acque
profondamente
propizie
L'origine vulcanica delle isole ha fatto sì che a pochi minuti dalla costa si trovino profondità di oltre mille metri, aree dove si riuniscono grandi riserve di cibo per il marlin blu e altre specie di grandi dimensioni.
Le zone più profonde e ricche delle isole possono trovarsi sulla costa occidentale di Lanzarote e Fuerteventura con profondità fino a 3.700 m. e, soprattutto, attorno alle coste delle isole di La Gomera, Gran Canaria e Tenerife, dove è abituale la pesca de altura.