25-Giugno-2020

Le Isole Canarie tornano a dirti CIAO

Le Isole Canarie sono una delle regioni con il minore impatto epidemiologico in Europa e nel mondo. Non abbiamo lesinato sforzi per riaprire questa meta turistica e per permetterti così di farci visita nelle massime condizioni di sicurezza, igiene e qualità.


La maggior parte degli hotel hanno già riaperto o si accingono a farlo, così come anche i principali centri di interesse turistico, attività commerciali e ristoranti.

Se prossimamente viaggerai nelle nostre isole, qui troverai le informazioni che possono interessarti.

1Chi può volare alla Isole Canarie? C’è la quarantena per i viaggiatori?

È già possibile viaggiare nelle isole da qualsiasi paese dello spazio Schengen. Attualmente la Spagna non impone la quarantena ai viaggiatori internazionali (ricorda di consultare le condizioni del tuo paese per il rientro dalle vacanze).

2Che aerolinee volano alle Isole Canarie quest’estate?

Queste sono le compagnie aeree che quest’estate offrono collegamenti diretti con l’arcipelago:

3Che misure di sicurezza troverò in aeroporto e durante lo spostamento in aereo?

È possibile che in aeroporto venga rilevata la temperatura e che sia richiesta la compilazione di alcuni questionari sanitari relativi al COVID-19. Inoltre, in aeroporto e durante tutto il volo si dovrà indossare obbligatoriamente la mascherina e seguire tutte le misure di sicurezza indicate sia dalla compagnia aerea sia dalle autorità aeroportuali.

Ti raccomandiamo, se possibile, di procedere al check-in online per evitare inutili trafile in aeroporto. Tieni presente che molte compagnie aeree non consentiranno più di portare il bagaglio a mano in cabina, salvo una borsa per uso personale da sistemare sotto il sedile.

4Posso arrivare alle Isole Canarie in crociera?

Per il momento no, ma manca poco. È probabile che le prime crociere con scalo alle Canarie inizino ad operare in autunno seguendo strette misure di pulizia ed igiene (uso di mascherina, gel idroalcolico, turni extra di pulizia, disinfezione di calzature), oltre a operazioni speciali di imbarco e sbarco che garantiscano la sicurezza di passeggeri ed equipaggio.

5Posso viaggiare liberamente tra le isole?

Certo, uno dei grandi vantaggi di visitare le Canarie è poter conoscere varie isole in uno stesso viaggio. Le isole sono molto diverse tra loro, il che rende l’esperienza molto più arricchente e interessante.

Ad oggi gli spostamenti tra le isole funzionano a pieno regime, con collegamenti giornalieri che consentono di spostarsi da un’isola all’altra senza difficoltà, sia in aereo sia in nave. Binter è l’aerolinea con la quale potrai viaggiare tra le isole e Fred Olsen e Armas sono le compagnie di navigazione.

6Cosa devo sapere prima di arrivare alle Isole Canarie? Misure di sicurezza

Negli ultimi mesi le Isole Canarie hanno lavorato instancabilmente per permetterti di farci visita e trascorrere le tue vacanze nelle massime condizioni di sicurezza e divertimento. Queste sono le principali misure che abbiamo adottato per garantirlo:

 

Misure di carattere generale:

  • Distanza interpersonale (stabilita a 1,5 m).
  • Incentivazione dell’utilizzo di dispositivi di protezione individuale (mascherine e igiene frequente delle mani).
  • Adeguata pulizia e disinfezione in tutti gli stabilimenti e di tutti i materiali di attività (soprattutto in bagni comuni e zone simili).

 

Misure specifiche:

  • In strada e spazi pubblici chiusi o all’aperto. Adulti e bambini con più di 6 anni devono obbligatoriamente indossare la mascherina ogniqualvolta non sia possibile mantenere la distanza interpersonale di 1,5 metri. Sono previste le seguenti eccezioni: quando si pratica sport, quando si mangia e/o se si ha una disabilità o una malattia respiratoria.
  • Mezzi pubblici e/o di gruppo. Adulti e bambini con più di 6 anni devono obbligatoriamente indossare la mascherina, eccetto in caso di disabilità o malattia respiratoria. Sugli autobus turistici i posti saranno assegnati.
  • Alloggi turistici. Negli spazi comuni la capienza è limitata secondo la distanza sociale richiesta, anche per attività di animazione e lezioni di gruppo. Potrai trovare servizi di buffet assistito dove verranno serviti piatti individualmente o self-service in cui i banchi di alimenti sono distanziati da separatori.
  • Piscine. La capienza è limitata in base al numero di lettini. Questi verranno disposti nel rispetto della separazione interpersonale per unità familiare e saranno disinfettati giornalmente.
  • Spiagge e piscine naturali. Esistono limiti di capienza (4m2 per persona), permanenza e accesso ad alcune spiagge popolari per garantire il rispetto della distanza interpersonale. Nelle piscine naturali si tiene in conto della superficie dell’acqua per limitarne l’affollamento. È obbligatoria la separazione di 2 metri tra gruppi di lettini e ombrelloni e la disinfezione di questi tra cliente e cliente. Turni extra di pulizia in bagni, docce e lavapiedi.
  • Ristoranti. La distanza minima tra i tavoli è di 1,5 metri. Sono stati eliminati prodotti self-service e/o di utilizzo comune, porta-tovagliolini, zuccheriere e menù, sostituiti da codici QR, cartelli o altri o strumenti simili. Prima di far accomodare i clienti, i tavoli vengono puliti e disinfettati.
  • Centri di interesse turistico e visite guidate. È necessaria la prenotazione (nella maggior parte dei casi elettronica), considerati i limiti di affollamento. Nei centri i percorsi sono a senso unico per evitare di incrociarsi e assembramenti. Viene incentivato l’utilizzo di cuffie personali per le autoguide, che vengono disinfettate dopo ogni uso.
  • Shopping. Ogni capo di abbigliamento viene igienizzato dopo essere stato provato da un cliente; le cabine di prova, inoltre, vengono disinfettate frequentemente. I sistemi di ventilazione stabiliti garantiscono un sufficiente ricambio dell’aria. Si raccomanda di pagare con carta di credito/bancomat.
  • Attività culturali ed eventi. Per il momento l’offerta di eventi è limitata, ma poco a poco si ristabilirà l’abituale offerta dell’arcipelago. In cinema, teatri e simili i posti a sedere vengono assegnati per nuclei conviventi. Inoltre, il personale di sicurezza controlla costantemente le zone di accesso e le zone adiacenti per garantire la distanza interpersonale.
  • Spa e centri benessere. Questi stabilimenti seguono già di per sé i più rigidi protocolli di igiene che, adesso, dopo la pandemia, sono ancora più intensificati. Funzionano solo per appuntamento a causa dei limiti di capienza. L’uso di asciugamani o accappatoi è obbligatorio all’interno degli impianti.
  • Palestre e attività sportive. Le attività di gruppo in spazi chiusi si svolgono con un massimo di 25 persone mentre quelle all’aperto con un massimo di 30 per garantire la distanza interpersonale. I clienti hanno a loro disposizione materiale per disinfettare le macchine ed altri attrezzi degli impianti che usano. L’uso dell’asciugamano è obbligatorio. I sistemi di ventilazione stabiliti garantiscono un frequente ricambio dell’aria.
  • Campi da golf. Possono tenersi partite di 4 persone, a condizione che si rispetti la distanza interpersonale, anche se non è consentito al caddie o ai compagni di gioco prendere la pallina del giocatore. Il buggy viene disinfettato prima di ogni uso che è limitato a due persone.
  • Divertimento notturno. È possibile aprire spazi con area tavolini all’aperto e con un limite massimo del 75% della capienza. Il consumo è al tavolo (non al bancone) e non sono ancora aperte le piste da ballo.
  • Turismo attivo. Le attività di turismo attivo all’aperto comportano pochi rischi e normalmente si svolgono in gruppi ridotti. In ogni caso, non si consente di condividere materiale sportivo individuale e si applicano protocolli specifici di pulizia e disinfezione.

7Quali misure di protezione personali devo adottare per prevenire contagi?

Il Ministero della Salute spagnolo raccomanda che tutti i cittadini adottino queste misure di protezione personale:

  • Lavarsi le mani frequentemente con acqua e sapone o gel idroalcolico
  • Quando si tossisce o starnutisce coprire la bocca e il naso con fazzoletti monouso e gettarli nella spazzatura
  • Mantenere la distanza sociale di almeno 1,5 metri con persone con cui non si convive (con o senza sintomi)
  • L'uso della mascherina è obbligatorio nei mezzi pubblici e in tutti gli spazi chiusi, nonché in strada quando non è possibile garantire la distanza sociale minima di 1,5 metri

8Cosa devo fare in caso di comparsa di sintomi durante il mio soggiorno alle Isole Canarie?

Se si hanno sintomi come tosse, febbre, sensazione di mancanza d’aria o malessere generale, restare isolati in alloggio e chiamare il numero di telefono 900 112 061 per ricevere indicazioni ed essere indirizzati al centro sanitario competente.

Ricordarsi di presentarsi in qualsiasi centro sanitario delle isole con mascherina ed evitare di toccare con le mani qualsiasi superficie.

Norme di igiene e sicurezza:

Lavamanos

Lavare frequentemente le mani con acqua e sapone o con gel idroalcolico

Toallitas

Quando si tossisce o starnutisce coprire la bocca e il naso con fazzoletti monouso da e gettarli nella spazzatura

Distancia de seguridad

Mantenere una distanza sociale di almeno 1,5 metri con persone con cui non si convive (con o senza sintomi)

Barbijo

L'uso di mascherina è obbligatorio nei mezzi pubblici e in tutti gli spazi chiusi, nonché in strada quando non è possibile garantire la distanza sociale minima di 1,5 metri

In caso di comparsa di sintomi, chiamare al telefono:

900 112 061

Fiebre

Febbre

Tos

Tosse

Falta de aire

Mancanza d'aria