Informazione importante: Coronavirus (COVID-19)

Le Isole Canarie sono una delle regioni che ha registrato il minor numero di contagi in Europa e nel mondo. Da qui vogliamo trasmetterti un messaggio di coraggio e ottimismo. Stiamo lavorando senza tregua alla riapertura di questa meta per permetterti di viaggiare nelle massime condizioni di sicurezza, igiene e qualità.

In questa pagina ti forniamo informazioni aggiornate sulla situazione attuale in ognuna delle nostre isole.


Le Isole Canarie si avviano verso la “nuova normalità”

Ad oggi, la Spagna continua ad essere in stato di emergenza (RD 463/2020). Nonostante ciò, la transizione verso la "nuova normalità" è iniziata il 4 maggio e sta avvenendo in modo graduale in tutto il paese, seguendo quattro fasi, ognuna di due settimane.

Vista la bassa incidenza del COVID-19 nelle Canarie, le isole di La Gomera, El Hierro e La Graciosa sono già passate alla Fase 2, anticipandosi così al resto del territorio nazionale, come già successo nella fase precedente. Il resto delle isole (Tenerife, Gran Canaria, Lanzarote, Fuerteventura e La Palma) continuano nella Fase 1, con meno limitazioni e restrizioni rispetto ad altre zone della Spagna che sono ancora nella la Fase 0.

Attività permesse in ognuna delle diverse fasi:

Fase 1

Hotel, bar e ristoranti all'aperto e agenzie di viaggio

(Tenerife, Gran Canaria, Lanzarote, Fuerteventura e La Palma)

  • Riapertura di hotel e altri alloggi turistici, fatta eccezione per le zone comuni.
  • I piccoli commerci possono aprire sotto strette misure di sicurezza, come per esempio mantenere una distanza fisica di due metri all'interno del locale, ma i centri commerciali resteranno chiusi.
  • I bar e i ristoranti possono aprire con i tavolini all'aperto con una capienza ridotta del 50% (ma non all'interno).
  • Sono permessi gli spostamenti all'interno di una stessa isola, per determinate attività (andare a trovare amici e parenti, nei negozi e/o in locali all'aperto).
  • Sono permesse le attività di turismo attivo e a contatto con la natura natura per gruppi ridotti, con un massimo di 10 persone.
  • Sono permesse le passeggiate e lo sport individuale all'aperto in fasce orarie determinate.

Fase 2

Ristoranti e cultura

(La Gomera, El Hierro e La Graciosa)

  • Si possono apire bar e ristoranti al coperto con un terzo della capienza, a condizione che garantiscano le misure di distanziamento fisico e solo per il servizio al tavolo e/o per asporto.
  • Riaprono cinema, teatri, auditorium e altri spazi simili con "posto a sedere preassegnato" e con capienza limitata a un terzo del normale.
  • È possibile visitare monumenti, musei e sale mostre, con capienza limitata a un terzo del normale.
  • Potranno essere svolte attività di turismo attivo e a contatto con la natura per gruppi più numerosi.
  • Potranno tenersi concerti e spettacoli culturali in spazi chiusi con un terzo della capacità normale. Se sono all'aperto, sono permesse fino a 400 persone, purché sedute.
  • Riaprono i centri commerciali, senza possibilità di rimanere nelle aree comuni e di gioco, con una capienza del 40%.

Fase 3

Riapertura di spiagge e altri spostamenti

(Prossimamente)

  • Apertura di spiagge.
  • Si flessibilizza la mobilità in generale (con misure di protezione: mascherine, distanza di sicurezza…).
  • I commerci possono ampliare la capienza al 50% (sempre e quando si rispetti il distanziamento tra persone di due metri).
  • Si attenuano le restrizioni di capienza e occupazione nei bar e ristoranti.

Che hai bisogno di sapere se viaggerai alle Isole Canarie?

Come conseguenza dello stato di emergenza, i viaggiatori internazionali che arrivano alle Canarie dovranno rimanere in quarantena 14 giorni nell'alloggio e potranno uscire solo per acquistare prodotti di prima necessità, recarsi a centri sanitari o per cause di forza maggiore. Per il momento potranno entrare in Spagna solo cittadini e residenti, diplomatici e agenti consolari e coloro che attestino/certifichino cause di forza maggiore.

Inoltre, l'Unione Europea ha annunciato che manterrà chiuse le sue frontiere fino al 15 giugno, restringendo i viaggi non imprescindibili, ma si stanno studiando future misure di promozione del turismo con la massima sicurezza.

Norme di igiene e sicurezza:

Lavare frequentemente le mani con acqua e sapone o con gel idroalcolico
Quando si tossisce o starnutisce coprire la bocca e il naso con fazzoletti monouso da e gettarli nella spazzatura
Mantenere una distanza sociale di almeno due metri con persone con cui non si convive (con o senza sintomi)
L'uso di mascherina è obbligatorio nei mezzi pubblici e in tutti gli spazi chiusi, nonché in strada quando non è possibile garantire la distanza sociale minima di due metri

In caso di comparsa di sintomi, chiamare al telefono:

900 112 061

Febbre Febbre
Tosse Tosse
Mancanza d'aria Mancanza d'aria