NOTIZIE DI ULTIM’ORA |

Coronavirus (Covid-19)

Néstor e il modernismo canario

L’artista europeo più importante della pittura simbolista e modernista

Néstor Martín-Fernández de la Torre, Néstor per gli amanti dell’arte, è uno dei più importanti rappresentanti della pittura simbolista e modernista europea. Come artista, ha sempre cercato di risaltare la grandezza del paesaggio delle Isole Canarie e il suo lavoro è considerato un'esaltazione del carattere delle Canarie e delle sue tradizioni. Molti esperti hanno ritenuto il suo lavoro fondamentale per comprendere i movimenti artistici europei degli inizi del XX secolo.

Contenido

Pertanto, non sorprende che molti dei visitatori delle Isole Canarie approfittino del loro soggiorno per conoscere da vicino la sua opera, poiché, grazie alla sua particolare visione del mondo e al tributo che rende alla luce e alla natura delle isole, è di grande valore artistico.

Contenido

Néstor Martín-Fernández de la Torre nasce a Las Palmas de Gran Canaria nel 1887. Fin da molto presto, si fa notare per le sue doti artistiche, che lo portano a ricercare nuovi ambienti per soddisfare le sue inquietudini. Madrid, Bruxelles, Londra e infine Parigi, dove vivrà l'esplosione dell'Art-Nouveau e dove allestirà il suo studio, gli serviranno da palcoscenici per consolidarsi come artista di prestigio mondiale, arrivando ad esporre nelle migliori sale d'Europa e America Latina, e ricevendo importanti riconoscimenti.

A inizio anni '30 del secolo scorso, Néstor torna a Gran Canaria, dove avvia la sua bottega e ritrova le sue radici artistiche e sentimentali. È allora che inizia il suo capolavoro, che finirà per lasciare incompiuto: Poema degli Elementi.
 

Contenido

L’opera di Néstor attinge plasticamente dal simbolismo e si nutre di esso per creare uno degli universi estetici più speciali del suo tempo. Parte da una realtà locale per costruire una globalità artistica che ci trasporta alle origini leggendarie delle isole. Nella sua opera non c'è posto per luoghi comuni, localismi, né banali folklorismi. Solo per la mitologia e la reinterpretazione dei classici.

La sua opera nelle Isole Canarie

Contenido

Pueblo Canario è il grande universo di Néstor Martín-Fernández de la Torre, un luogo in cui si riflette chiaramente la grande influenza delle Isole Canarie nella creazione dell'artista. Il progetto nacque con l'intento di diffondere la cultura delle Canarie tra i visitatori, e Néstor lo concepì nella sua interezza. Sebbene non abbia mai potuto vedere conclusa la sua opera, essa fu eseguita rispettando al massimo i suoi disegni. Si tratta di un grande complesso architettonico in cui passeggiare tra edifici ispirati alle costruzioni tradizionali delle Canarie e immergersi completamente nei valori culturali delle isole.
 

Contenido

All'interno del complesso architettonico del Pueblo Canario si trova questa pinacoteca in stile "neo-canario" del 1956, che ospita la maggior parte delle opere dell'artista. Uno spazio con 12 sale che offre sia esposizioni temporanee, sia una collezione permanente, in cui si possono contemplare le sue opere più significative: Epitalamio, Il Bambino Arciere e le due collezioni che compongono Poema degli Elementi. Inoltre, il museo offre la possibilità di prenotare visite guidate con le quali conoscere a fondo tutti i dettagli della sua opera.
 

Contenido

Questo teatro è uno dei modi migliori per addentrarsi nella poliedricità del lavoro di Néstor. Dopo l'incendio del 1918, l'architetto Miguel Martín-Fernández de la Torre, fratello dell'artista, gli commissionò la decorazione del nuovo edificio. Si occupò di progettare il sipario, le vetrate della platea, l'imboccatura del palcoscenico e una grande varietà di affreschi per diversi punti dell'edificio. Menzione speciale merita la Sala Saint-Saëns, in cui troverete il segno dell'artista su tele, greche, vetrate, lampade e statuine lignee.