NOTIZIE DI ULTIM’ORA |

Coronavirus (Covid-19)

Rotta di Las Presas

Una rotta per scoprire le dighe e le pinete di Gran Canaria
Vicino a Mogán, nell’entroterra di Gran Canaria, esiste un percorso di trekking che attraversa il Parco Rurale del Nublo e il Parco Naturale di Pilancones. Con una lunghezza di 12,2 chilometri attraverso piste di terra, sentieri e strade asfaltate, questa rotta circolare è adatta agli escursionisti con una certa esperienza. Si inizia alla Degollada de Cruz Grande, da dove si attraversa un magnifico bosco di pini fino ad arrivare alla diga Presa de Soria, la più grande dell’isola. Si attraversano anche alcune impressionanti formazioni vulcaniche nella zona di Cañada del Almácigo.
Vivere la camminata fino in fondo e conoscere le case nelle grotte
L’escursionista potrà conoscere, attraverso questa via, le tradizionali case nelle grotte che ancora esistono a Gran Canaria. Bisogna aggiungere che molto vicino alla diga Presa de Chira si trova un albergo a vocazione agrituristica. Dato che il percorso è lungo, è consigliabile portarsi dell’acqua per non disidratarsi, cibo, e indumenti per coprirsi ma anche una protezione solare.
Length
12,2 km
Public transport
Localidad
San Bartolome de Tirajana
Downloadable files selection
Archivos
Imagen Archivo
Título Fichero
Ruta de las Presas
pdf

TENERIFE

TENERIFE

GRAN CANARIA

GRAN CANARIA

FUERTEVENTURA

FUERTEVENTURA

LANZAROTE

LANZAROTE

LA GRACIOSA

LA GRACIOSA

LA GOMERA

LA GOMERA

LA PALMA

LA PALMA

EL HIERRO

EL HIERRO
No te lo puedes perder
Imagen
Subtítulo
Itinerario di la Plata, Gran Canaria
Título
Degollada de Cruz Grande

La Degollada de Cruz Grande è il punto di collegamento naturale tra la Conca di Tirajana, le conche della parte occidentale dell'isola e i torrenti di Chira e Soria. Saliremo lungo un sentiero che parte dalla strada poco prima di arrivare alla Degollada proveniendo da Las Tirajanas. Ci troveremo all'interno della zona della Via Crucis da dove ha inizio il percorso verso una collina da cui potremo ammirare splendide viste della Conca di Tirajana, dei torrenti di Chira e Soria e delle loro imponenti dighe.

Imagen
Subtítulo
Itinerario de La Presas, Gran Canaria
Título
Degollada del Dinero

Questo piccolo avvallamento tra due rilievi è il punto che segna la fine del sentiero forestale su cui abbiamo cominciato il percorso da La Cruz Grande. Siamo proprio sulla testata del torrente di Pilancones e possiamo vedere come la fenditura in questa parte alta sia completamente ricoperta da un magnifico bosco di pini delle Canarie che ci accingiamo ad attraversare.

Imagen
Subtítulo
Itinerario de La Presas, Gran Canaria
Título
Degollada di Cho Benito

Questo passaggio ci conduce su un altro versante, dal torrente di Pilancones a quello di Chira, caratterizzato da una maggiore antropomorfizzazione, dove la pineta scompare per lasciare spazio alla presenza di abitazioni. L'itinerario prosegue lungo la costa consentendo di avvistare un po' più avanti la parte finale della diga di Chira.

Imagen
Subtítulo
Itinerario de La Presas, Gran Canaria
Título
Diga di Chira

Questa diga risale al 1964. Ha un'altezza di 32 metri dall'alveo e un muro lungo 230 metri che percorreremo come parte del nostro itinerario. Colpiscono particolarmente la superficie di raccolta della diga e la presenza della località di Cercados de Araña di modo che, visto dal muro di contenimento, il bacino sembra quasi assumere l'aspetto di un lago.

Imagen
Subtítulo
Itinerario de La Presas, Gran Canaria
Título
Scarico di La Palma

Oltrepassata la diga cammineremo lungo il bordo di un canale che conduce a una curiosa deviazione della diga stesa prima di risalire la collina di La Palma, tra i torrenti Chira e Soria. Quest'opera idraulica testimonia la necessità di approvvigionamento di acqua sull'isola, perché consente di captare le correnti di ruscellamento delle spoglie colline lungo le quali il nostro itinerario prosegue.

Imagen
Subtítulo
Itinerario de La Presas, Gran Canaria
Título
Las Casas

Dopo aver percorso la collina di La Palma, inizieremo la discesa fiancheggiando il piccolo villaggio di Las Casas, dove sopravvivono le tradizionali case-grotte dell'isola, eredità del passato aborigeno sopravvissuto in zone rurali ed elevate come questa. Una piccola diga di sbarramento sul caseggiato ci spiega il perché di un insediamento umano in un luogo così appartato.

Imagen
Subtítulo
Itinerario de La Presas, Gran Canaria
Título
Gola dell'Almácigo

Questa è la parte più interessante del secondo tratto del sentiero, la discesa da Las Casas alla diga di Soria. Tra le formazioni rocciose che ci accompagnano, spicca lo spettacolare Risco del Agujero, che oltrepassiamo percorrendo la gola dell'Almácigo e che ci ricorda l'esistenza di un bosco termofilo oggi appena delineato, mentre discendiamo coprendo un importante dislivello. Da qui possiamo vedere di fronte la diga di Cueva de Las Niñas, situata più in alto del bacino di Soria, e il grande Caidero de Soria, dove con le piogge si forma uno spettacolare salto d'acqua.

Imagen
Subtítulo
Itinerario de La Presas, Gran Canaria
Título
La grande diga di Soria

Questa diga è la più grande delle Canarie. Di proprietà della Comunidad de Aguas La Lumbre, ha un muro di cemento armato vibrato alto 120 metri e una capacità di 32 ettometri cubici, vale a dire otto volte circa il volume di quella di Chira appena oltrepassata. La diga si trova sul tratto medio-alto del torrente di Arguineguín, che a monte dello sbarramento riceve il nome di torrente di Soria. Concludiamo il nostro percorso attraversando il bacino nella località di Soria.

Sustainability
Sostenibilidad
- Non lasciare rifiuti di alcun genere nell'ambiente, compresi i mozziconi di sigaretta. Gli avanzi di cibo contribuiscono alla proliferazione di roditori e gatti selvatici che rappresentano una grave minaccia per la fauna.
- Rispetta gli animali, non disturbarli e non dar loro da mangiare. Se vedi un esemplare ferito, puoi telefonare al numero di emergenza 112. Non strappare fiori o piante.
- Non raccogliere, né portare via pietre o qualsiasi altro elemento dal mezzo naturale. Non modificare quest’ultimo neanche impilandole per realizzare le tristemente famose "torri".
- Non attraversare spazi non consentiti e rispettare la segnaletica dei sentieri. Uscire dai percorsi autorizzati provoca danni all'ambiente e può essere pericoloso anche per te e per chi ti accompagna.
- È più sicuro tenere il tuo animale domestico al guinzaglio.
- Cerca di non disturbare la tranquillità dell'ambiente con rumori eccessivi (musica alta, urla...).
2
10
262
10045