NOTIZIE DI ULTIM’ORA |

Coronavirus (Covid-19)

Tamadaba-Pendio di Faneque

Trekking tra canyon, cactus e piccoli borghi di Gran Canaria
L’area di Tamadaba ha una delle pinete meglio conservate del nord dell'isola di Gran Canaria, in una zona unica per la sua rete di anfratti, pendii e boschi di pini di montagna. In quest’escursione, che spicca anche per la presenza di grandi colonie di cactus e tabaibales, è possibile visitare alcuni villaggi isolati – di cui vari abbandonati – di importante valore archeologico, come El Risco e la valle di Guayedra. Vicino all’oceano, i pendii e le scogliere raggiungono un’altitudine di più di mille metri sul livello del mare.
Panoramica sulla costa di Gáldar e Agaete
Il percorso conduce dalla casa forestale di Tamadaba fino alla rupe di Faneque, dove offre una panoramica di tutta la frangia nord-occidentale di Gran Canaria, con i comuni di Gáldar e Agaete sullo sfondo. Con una lunghezza totale di quattro chilometri, questo percorso supera un dislivello medio di 266 metri e si snoda su un terreno sicuro, tranne nel tratto che attraversa una parte del vecchio canale d'acqua costruito a metà del secolo scorso. Tamadaba ospita il 25% della flora endemica dell'isola e il 20% di tutto l'arcipelago.
Length
4,9 km
Localidad
Agaete
Downloadable files selection
Archivos
Imagen Archivo
Título Fichero
Bajada de Faneque-Tamadaba
pdf

TENERIFE

TENERIFE

GRAN CANARIA

GRAN CANARIA

FUERTEVENTURA

FUERTEVENTURA

LANZAROTE

LANZAROTE

LA GRACIOSA

LA GRACIOSA

LA GOMERA

LA GOMERA

LA PALMA

LA PALMA

EL HIERRO

EL HIERRO
No te lo puedes perder
Imagen
Subtítulo
Tamadaba Faneque, Gran Canaria
Título
Casa Forestale

Partiamo dalla casa forestale di Tamadaba, una costruzione integrata nella pineta lungo il margine della strada dove si trova una stazione meteorologica. Nonostante Tamadaba sia stato un luogo tradizionalmente sfruttato, ha conservato un'eccellente pineta naturale e si configura come una zona di eccezionale ricchezza botanica che sulle scogliere accoglie una grande quantità di endemismi.

Imagen
Subtítulo
Tamadaba Faneque, Gran Canaria
Título
Pini Barbados

Attraversiamo una pineta umida, formazione poco frequente sull'isola di Gran Canaria dove predominano le pinete asciutte. La notiamo perché dai pini e dal sottobosco, sul torrentello che incontriamo attraversando una distesa di Myrica Faya ed erica, pendono licheni simili a barbe che rivelano l'umidità quasi costante all'interno del bosco.

Imagen
Subtítulo
Tamadaba Faneque, Gran Canaria
Título
Cueva del Zapatero

Questa grotta scavata nella roccia e chiusa da un muro frontale e una porta per proteggerne l'interno, era utilizzata dalle persone che sfruttavano le risorse della pineta, essenzialmente aghi di pino e carbone. È un ricordo del periodo in cui il monte elargiva generosamente risorse alle popolazioni limitrofe.

Imagen
Subtítulo
Tamadaba Faneque, Gran Canaria
Título
Barranco del Risco

A sinistra del colle del Faneque è visibile la gola del Risco e in mezzo al suo alveo il borgo del Risco, appartenente al comune di Agaete. È conosciuto come il quartiere del Charco Azul, per la presenza di una superficie di acqua dolce sul letto della gola dovuta alla presenza di una "marmitta dei giganti", profondità a forma di pozzo prodotta dall'azione erosiva dei materiali alluvionali in caduta verticale sulla roccia. La circolazione rapida delle acque di ruscellamento determina uno svuotamento di queste strutture dai sedimenti, colmandosi poi d'acqua con un risultato particolarmente vistoso.

Imagen
Subtítulo
Tamadaba Faneque, Gran Canaria
Título
Sopra Agaete

La vista sulla costa nord-occidentale di Gran Canaria dal versante nord della collina di Faneque è splendida. Ai nostri piedi il torrente di Guayedra, sulla costa il porto delle Nieves con Agaete sulla destra, presso l'omonimo torrente che fiancheggia a nord Tamadaba. E ancora, sulla punta il faro di Sardina del Norte e, a chiusura del panorama, la montagna di Gáldar con l'antico capoluogo aborigeno alle sue pendici.

Imagen
Subtítulo
Tamadaba Faneque, Gran Canaria
Título
Morro de las Lechugas

Il sentiero termina presso questo sperone che rappresenta un eccezionale punto di osservazione sul Roque Faneque oltre l'avvallamento di Los Pasitos. La veduta è verticale ed eccezionale: ai nostri piedi la scogliera precipita vertiginosamente in mare. È un posto che ci regala vedute panoramiche incantevoli prima di intraprendere la strada di ritorno, durante la quale ne approfitteremo per vedere la pineta di Tamadaba in tutto il suo splendore.

Sustainability
Sostenibilidad
- Non lasciare rifiuti di alcun genere nell'ambiente, compresi i mozziconi di sigaretta. Gli avanzi di cibo contribuiscono alla proliferazione di roditori e gatti selvatici che rappresentano una grave minaccia per la fauna.
- Rispetta gli animali, non disturbarli e non dar loro da mangiare. Se vedi un esemplare ferito, puoi telefonare al numero di emergenza 112. Non strappare fiori o piante.
- Non raccogliere, né portare via pietre o qualsiasi altro elemento dal mezzo naturale. Non modificare quest’ultimo neanche impilandole per realizzare le tristemente famose "torri".
- Non attraversare spazi non consentiti e rispettare la segnaletica dei sentieri. Uscire dai percorsi autorizzati provoca danni all'ambiente e può essere pericoloso anche per te e per chi ti accompagna.
- È più sicuro tenere il tuo animale domestico al guinzaglio.
- Cerca di non disturbare la tranquillità dell'ambiente con rumori eccessivi (musica alta, urla...).
2
257
13
262
10045